2 mar 2016 09:00
Approvato il bilancio 2015
Approvato il progetto di bilancio consolidato relativo all’esercizio 2015.

Di seguito i principali dati economico-finanziari e patrimoniali:

  • Volumi complessivi pari a Euro 6.286mln a fine 2015 (+15% rispetto a Euro 5.450 mln al 31 dicembre 2014) e incassi complessivi a Euro 5.522 mln (+6% rispetto a Euro 5.191 mln al 31 dicembre 2014)
  • Volumi dell’attività di smobilizzo pro-soluto pari a Euro 2.986 mln a fine 2015 (+19% rispetto a Euro 2.502 mln al 31 dicembre 2014) su 6.511 debitori
  • Outstanding pro soluto pari a Euro 2.009 mln a fine 2015 (+30% rispetto al 2014)
  • Crescita della raccolta diretta dei conti deposito Conto Facto e Cuenta Facto, in Italia e Spagna, per una raccolta complessiva di Euro 418 mln a fine 2015 (Euro 226 mln nel 2014)
  • Margine di intermediazione a Euro 141,9 mln a fine 2015
  • Cost income ratio al 31,3%
  • Utile al lordo delle imposte pari a Euro 96,3 mln
  • Dividendi proposti all’assemblea degli azionisti pari a Euro 68,8 mln (+Euro 20,3 mln rispetto al 2014)
  • Fondi Propri pari a Euro 259,3 mln a fine 2015
  • CET 1 Capital Ratio, Tier1 Capital ratio e Total Capital ratio a fine 2015 pari al 24,3%

Milano, 18 marzo 2016 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Farmafactoring (“BFF” o la “Banca”) - il principale operatore in Italia, in Spagna e Portogallo nella gestione e smobilizzo pro-soluto dei crediti commerciali vantati nei confronti degli enti della Pubblica Amministrazione, ha approvato il progetto di bilancio consolidato d’esercizio 2015.

Nell’arco dell’esercizio 2015 BFF ha consolidato il proprio posizionamento competitivo nel mercato italiano, rafforzato la crescita nel mercato della Pubblica Amministrazione italiana e la presenza internazionale in Spagna e Portogallo, diversificando ulteriormente le forme di raccolta, anche attraverso la crescita del conto deposito online Conto Facto in Italia e il lancio di Cuenta Facto in Spagna.

“Nell’esercizio 2015 Banca Farmafactoring ha perseguito con successo il suo percorso di crescita e sviluppo nel core business della gestione e smobilizzo dei crediti pro-soluto della Pubblica Amministrazione. In particolare, la Banca ha continuato nel processo di internazionalizzazione, nell’espansione del portafoglio clienti, nell’ampliamento del portafoglio debitori ceduti dai nostri clienti, e nell’ampliamento e diversificazione dei canali distributivi” - ha commentato Massimiliano Belingheri, Amministratore delegato di BFF.

“Riteniamo, inoltre, che gli investimenti effettuati negli ultimi anni e il continuo focus sul servizio alla clientela consentiranno alla Banca di proseguire nel trend di sviluppo, mantenendo allo stesso tempo una elevata solidità patrimoniale e una buona redditività del gruppo che già si attestano a livelli significativamente distintivi rispetto ai mercati in cui operiamo. Infine, confermiamo l’indirizzo strategico di espandere ulteriormente la nostra attività all'estero come testimoniato anche dall’offerta pubblica di acquisto lanciata a gennaio sul 100% delle azioni di Magellan S.A., società polacca quotata alla Borsa di Varsavia e leader nel mercato dei servizi finanziari rivolti al settore sanitario in Polonia, Repubblica Ceca, e Slovacchia” - conclude Belingheri.

Di seguito le principali voci economico-finanziarie e patrimoniali:

I volumi complessivi di crediti gestiti in conto proprio o in conto di terzi da BFF nell’esercizio 2015 sono stati pari a 6.286 milioni di Euro, in crescita del 15% rispetto ai 5.450 milioni di Euro del 2014. Gli incassi complessivi hanno registrato un incremento del 6% a 5.522 milioni di Euro, in confronto al dato di 5.191 milioni di Euro del 2014.

Focalizzandosi sull’attività di smobilizzo pro-soluto, gli acquisti a titolo definitivo si sono attestati a 2.986 milioni di Euro, in crescita del 19% rispetto ai 2.502 milioni di Euro del 2014, grazie ai maggiori acquisti relativi a nuova clientela ed al contributo importante della controllata spagnola e dell’attività sul mercato portoghese.

Gli acquisti sul mercato italiano si sono attestati a 2.481 milioni di Euro, rispetto ai 2.161 milioni di Euro del 2014. Al netto degli effetti generati dallo split payment entrato in vigore in Italia il 1° gennaio 2015 e considerando un’aliquota IVA media del 15%, i crediti acquistati in Italia nel corso del 2015 sono cresciuti su base omogenea, di circa il 32% rispetto al dato del 2014.

A tale crescita ha contribuito, per quanto riguarda il mercato italiano, lo sviluppo di politiche commerciali volte a rafforzare i rapporti con le controparti storicamente clienti e ad estendere l’offerta a nuova clientela, sia nei crediti verso il Servizio Sanitario Nazionale, sia nelle attività relative a forniture di servizi nei confronti della Pubblica Amministrazione in generale. Proprio gli acquisti relativi alla Pubblica Amministrazione in Italia hanno registrato nel 2015 una crescita in termini di debitori acquistati, passati da 1.607 del 2014 a 5.954 del 2015, e in termini di volumi cresciuti del 172%, passando da 344,9 milioni di Euro del 2014 a 939,6 milioni di Euro del 2015. 

Per quanto concerne i mercati esteri, la controllata Farmafactoring España S.A. ha effettuato acquisti a titolo definitivo per 450 milioni di Euro, cresciuti del + 42% rispetto al dato di 311 milioni di Euro nel 2014. La controllata spagnola, grazie a tale crescita nei volumi intermediati e negli incassi effettuati, ha conseguito un risultato d’esercizio di 9,1 milioni di Euro, in aumento del 420% rispetto ai 2,2 milioni di Euro del 2014. Anche il mercato portoghese ha registrato dati molto positivi, con una crescita dei volumi acquistati a titolo definitivo dell’89%, passando da 29 milioni di Euro nel 2014 a 55 milioni di Euro.

Per quanto attiene la raccolta, nel corso dell’esercizio 2015 si è registrata la crescita della raccolta diretta del Gruppo che è risultata complessivamente pari a 418 milioni di Euro, in crescita dell’85% rispetto ai 226 milioni di Euro di fine 2014. La crescita è riconducibile sia a Conto Facto, il conto deposito online rivolto a clientela retail e imprese lanciato in Italia nel settembre 2014, che a Cuenta Facto, il corrispondente prodotto lanciato sul mercato spagnolo nell’agosto del 2015 dalla neo-costituita succursale spagnola di BFF.

Il margine di intermediazione a fine 2015 è pari a 141,9 milioni di Euro, in netta crescita rispetto al dato “pro-forma”(1) dell’esercizio 2014 pari a 117,4 milioni di Euro. Il margine di intermediazione è risultato così composto: Interessi attivi complessivi pari a 162 milioni di Euro a fine 2015, in crescita rispetto ai 152 milioni di Euro “pro-forma”(1) a fine 2014. Interessi passivi in decremento rispetto al 2014, pari a 28,9 milioni di Euro rispetto ai 44,2 milioni di Euro di fine 2014. Commissioni nette pari a 7,9 milioni di Euro rispetto a 8,2 milioni di Euro a fine 2014.

Il Bilancio 2015 chiude con un utile dell’operatività corrente al lordo delle imposte pari a 96,3 milioni di Euro, in crescita del 12% rispetto agli 85,6 milioni di Euro “proforma”(1) del 2014 e tenuto conto di oneri straordinari, iscritti tra le spese amministrative, per oltre 5 milioni di Euro. Di questi costi, circa 3,5 milioni di Euro si riferiscono a oneri connessi al processo di IPO, alla variazione dell’azionista di riferimento e ad altre operazioni straordinarie, mentre circa 1,6 milioni di Euro si riferiscono ai contributi versati per il Resolution Fund e per il Fondo Interbancario Tutela dei Depositi.

Il Gruppo ha continuato ad investire nella struttura organizzativa, incrementando l’organico a 188, rispetto ai 151 di fine 2014. Il “cost/income ratio” del Gruppo, pari al 31,3%, rimane a buoni livelli. In relazione allo stato patrimoniale consolidato, il 2015 registra crediti verso la clientela pari a 1.962 milioni di Euro in aumento rispetto a 1.555 milioni di Euro del 2014, dovuto all’ampliamento della clientela, del portafoglio crediti di riferimento, sia in Italia che all’estero. 

Il 2015 ha confermato l’elevata qualità del portafoglio crediti di BFF, con un ammontare di sofferenze nette pari a 2,5 milioni di Euro, in decremento rispetto al dato di 2,9 milioni dell’esercizio 2014. Il rapporto tra sofferenze e crediti pro-soluto al 31.12.2015 è pari allo 0,14%, in diminuzione rispetto allo 0,19% del 2014.

A livello patrimoniale i principali indicatori regolamentari confermano la solidità e l’adeguatezza patrimoniale di BFF, con i coefficienti patrimoniali di vigilanza, CET1 Capital Ratio, Tier 1 Capital Ratio e Total Capital Ratio che si attestano al 24,3%. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato la proposta di destinare 68,8 milioni di Euro come dividendo agli azionisti, in crescita rispetto ai 48,45 milioni di Euro del 2014.

Eventi significativi dei primi mesi del 2016

L’8 gennaio 2016 BFF, tramite la sua controllata polacca, ha annunciato un'offerta pubblica di acquisto sul 100% delle azioni di Magellan S.A., società polacca quotata alla Borsa di Varsavia e leader nel mercato dei servizi finanziari rivolti al settore sanitario in Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Spagna. Il periodo di sottoscrizione di 30 giorni ha avuto inizio il 28 gennaio 2016 ed è stato successivamente esteso per ulteriori 30 giorni a decorrere dal 29 febbraio 2016. L'offerta è condizionata al ricevimento da parte di BFF dell'approvazione della Banca d'Italia – il cui processo autorizzativo è attualmente in corso – e della competente Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato polacca, la cui autorizzazione è stata rilasciata in data 16 febbraio 2016. Infine, molteplici e differenti opzioni strategiche, incluso l’eventuale debutto sul mercato dei capitali, sono al vaglio della società.