02 ago 2017 11:49
BFF Banking Group comunica i risultati della relazione finanziaria 1H al 30 giugno 2017
Il Consiglio di Amministrazione ha approvato la relazione finanziaria semestrale 2017 di BFF Banking Group.

Principali dati consolidati:

  • Crescita costante del business: crediti alla clientela pari a €2.557 mln, +10% rispetto al 1° semestre 2016
  • Utile netto contabile di €51 mln, in crescita del +79% rispetto al 1° semestre 2016
  • Utile netto rettificato per le voci non ricorrenti di €38 mln, in crescita del +5% rispetto al 1° semestre 20161
  • ROTE rettificato al 30%
  • Confermata l’elevata solidità patrimoniale: coefficiente CET1 al 13,7% e Total Capital Ratio al 19,0%
  • Elevata qualità del credito: sofferenze nette/crediti netti allo 0,6% e costo del rischio pari a 15 bps annualizzati
  • Monte dividendi distribuibili pari a €0,22 per azione, +35% rispetto al 1° semestre 2016

Milano, 2 agosto 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di BFF Banking Group (BFF), leader nella gestione e nello smobilizzo pro-soluto dei crediti commerciali vantati nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni in Europa, ha approvato oggi la relazione finanziaria semestrale 2017.

Il 1° semestre 2017 ha confermato l’elevata redditività del Gruppo, con l’utile netto consolidato che si è attestato a €51 mln, +79% rispetto al 1° semestre 2016, grazie alla costante crescita dei crediti verso la clientela, ad una struttura di costi efficiente e al basso profilo di rischio.

“BFF ha ottenuto una crescita a doppia cifra nei volumi di crediti acquistati e nello stock di crediti verso la clientela, e ha mantenuto un’elevata redditività, crescita e monte dividendi distribuibili con un forte contributo delle attività in Italia e di Magellan” - commenta Massimiliano Belingheri, Amministratore Delegato di BFF Banking Group.

Principali voci economico-finanziarie e patrimoniali consolidate

I risultati del 1° semestre 2017 recepiscono il completo consolidamento di Magellan nel perimetro del Gruppo. I risultati contabili del 1° semestre 2016 includono il contributo di Magellan per il solo mese di giugno, vista la data di perfezionamento dell’acquisizione (31 maggio 2016). In questo documento, i confronti a/a sono effettuati sulla base dei dati proforma del 1° semestre 2016, includendo Magellan per l’intero periodo, al fine di consentire una maggiore comparabilità tra la performance del 1° semestre 2017 e quella del 1° semestre 2016.

I crediti verso clientela al 30 giugno 2017 ammontano a €2.557 mln, rispetto a €2.319 mln al 30 giugno 2016, in crescita del 10% a/a. L’Italia rimane il mercato di riferimento per il Gruppo, con €1.864 mln di crediti verso la clientela. I crediti verso la clientela, relativi a Magellan, ammontano a €506 mln, in crescita del 29% rispetto ai €392 mln al 30 giugno 2016.

Il margine di interesse rettificato3 del 1° semestre 2017 ammonta a €81 mln, in crescita dell’11% rispetto ai €73 mln del 1° semestre 2016.

Il margine di intermediazione rettificato4 del 1° semestre 2017 ammonta a €84 mln, in crescita del 10% rispetto ai €77 mln del 1° semestre 2016.

Nel 1° semestre 2017 BFF ha incassato €57 mln di interessi di mora, rispetto ai €24 mln del 1° semestre 2016, con tassi di recupero inferiori rispetto allo stesso periodo del 2016. Lo stock di interessi di mora che non è ancora transitato a conto economico al 30 giugno 2017 è pari a €346 mln, in crescita del 6% rispetto al valore al 30 giugno 2016, calcolato assumendo il nuovo tasso di recupero del 45%.

Nel 1° semestre 2017, il Gruppo ha continuato la diversificazione delle fonti di finanziamento e di capitale, con un funding disponibile totale pari a €3.136 mln a fine semestre, in crescita dell’11% rispetto al 1° semestre 2016, e in linea con la fine del 2016. I conti deposito online hanno raggiunto €850 mln al 30 giugno 2017 (+39% rispetto ai €610 mln del corrispondente periodo 2016). Il 29 giugno 2017 è stato collocato con successo, presso investitori istituzionali, un nuovo prestito obbligazionario senior di €200 mln, con cedola fissa del 2% e scadenza 2022, operazione che ha seguito il rimborso, avvenuto il 12 giugno 2017, del prestito obbligazionario senior di €300 mln, con cedola fissa al 2,75% e scadenza 3 anni, emesso nel giugno 2014.

Il costo medio del funding ha registrato una riduzione rispetto al 1° semestre 2016, dal 2,09% al 2,04%, nonostante, nel 1° semestre 2017, BFF abbia sostenuto rispetto al 1° semestre 2016 costi aggiuntivi dovuti all’emissione del bond Tier 2 e al debito contratto per l’acquisizione di Magellan per €3.3 mln.

La struttura operativa di BFF Group si conferma efficiente, con un cost/income ratio rettificato che si attesta, escludendo i costi straordinari, al 37% rispetto al 33% del 1° semestre 2016, e costi operativi stabili in linea con il trimestre precedente.

L’utile netto contabile del 1° semestre 2017 ammonta a €51 mln, in crescita del +79% rispetto ai €28 mln del 1° semestre 2016. L’utile netto rettificato si attesa a €38 mln, escludendo voci non ricorrenti per €13 mln al netto delle tasse. L’utile netto rettificato è in crescita (+5%) rispetto all’utile netto rettificato di €36 mln del 1° semestre 2016.

Nel 1° semestre 2017, Magellan ha riportato un utile netto rettificato pari a €6 mln, con un’incidenza del 15% sull’utile netto rettificato di Gruppo.

Il ROTE rettificato raggiunge il 30% nel 1° semestre 2017, rispetto al 31% nel corrispondente periodo 2016.

BFF mantiene buoni coefficienti patrimoniali, con un CET1 ratio del 13,7% e un Total Capital ratio del 19,0% sul perimetro del Gruppo bancario5.

Il Gruppo conferma di avere un’ottima qualità del credito, con un rapporto sofferenze nette/crediti netti pari allo 0,6% al 30 giugno 2017, rispetto allo 0,1% al 30 giugno 2016, e allo 0,5% al 31 dicembre 2016. Il valore al 30 giugno 2017 scende allo 0,4%, al netto degli acquisti di crediti già deteriorati. Il costo del rischio annualizzato del 1° semestre 2017 è pari a 15 bps.

Il monte dividendi distribuibili per il 1° semestre 2017 risulta in crescita e pari a €0,22 per azione, con un incremento del +35% rispetto a €0,17 per azione del 1° semestre 2016.

Principio contabile IFRS 9

In relazione alla prossima introduzione, dal 1 gennaio 2018, del principio IFRS 9, BFF ha avviato un progetto al fine di gestire i nuovi requisiti in termini di Classification and Measurement e Impairment of Financial Instruments, introdotti dal nuovo standard.

Il progetto, che include ogni entità legale del Gruppo, è diviso in due cantieri – Classification and Measurement, e Impairment – e diviso in tre fasi: Assessment, Design e Implementazione.

La fase di Assessment è stata svolta stimando, a livello sia individuale sia aggregato, gli impatti derivanti dall'adozione del nuovo standard, in modo da poterne valutare l'entità e identificare le azioni da intraprendere al fine di gestire al meglio le novità introdotte dal principio IFRS 9. Non sono emersi, in questa fase, significativi scostamenti in termini di impatti economici e di implementazioni informatiche tra il nuovo modello basato sulle “perdite attese” rispetto al modello utilizzato attualmente, basato sulle “incurred losses”.

La fase di Design, attualmente in corso, ha l'obiettivo di indirizzare tutte le società del Gruppo nella identificazione e formalizzazione, con il dovuto livello di dettaglio, dei requisiti che dovranno, nella successiva fase di Implementazione, portare alla formalizzazione delle nuove politiche contabili, e delle procedure organizzative, nonché alla realizzazione dei nuovi applicativi informatici.

Nell’ambito del cantiere Classification and Measurment, è terminata la fase SPPI Test, nella quale sono state identificate e analizzate le diverse tipologie di contratti in perimetro per i diversi portafogli, in relazione a tutte le società del Gruppo. Lo SPPI Test non ha individuato attività o passività finanziarie che dovranno essere valutate al fair value.

Eventi significativi avvenuti dopo la chiusura del 1° semestre 2017

Il 6 luglio 2017, BFF Banking Group ha annunciato che i prestiti obbligazionari pari a €100 mln e €200 mln, già quotati presso il Main Securities Market gestito dall’Irish Stock Exchange, sono stati ammessi a negoziazione sul mercato ExtraMOT Pro, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A.

Dichiarazione del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Carlo Zanni, dichiara, ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

La Relazione semestrale al 30 giugno 2017 sarà messa a disposizione del pubblico, nei termini di legge, presso la sede sociale della società, nonché sul sito internet www.bffgroup.com e sul sito internet del meccanismo di stoccaggio autorizzato www.1info.it.